K...ids in Tour -L'ippopotamo

Articolo del 12-05-2020
K...ids in Tour  -L'ippopotamo 3

Il suo nome deriva dal greco e significa “cavallo di fiume”. Sembra simpatico e rotondetto, ma non fatevi incantare: è uno degli animali più aggressivi e pericolosi, in Africa è temuto più del leone. Anche i grandi predatori rischiano di non uscire indenni da uno scontro con l’ippopotamo, che ha grandi denti, zanne e una forza incredibile nella mascella.

Un curioso mix tra cinghiale e… balena!

L’ippopotamo non somiglia a nessun’altro animale. Forse al rinoceronte, e la sua storia viene da molto lontano…. Non ti ricorda un dinosauro? Pensa che questa specie vanta un antenato preistorico comune con i cetacei, e da qui deriva la sua passione per la vita acquatica. Nonostante la considerevole mole gli ippopotami sono molto agili in acqua, e vi trascorrono la maggior parte del tempo. Laghi, fiumi, paludi sono il loro habitat preferito.

Lozione solare naturale

La sua pelle lucente sembra coriacea, ma in realtà è molto sottile: per ripararsi dai forti raggi del sole emana naturalmente una sostanza viscosa e protettiva, con la medesima funzione che può avere per noi una crema solare. Nei fiumi e nei laghi si sente sicuro e protetto, pensa che i piccoli fanno la loro poppata completamente in apnea sott’acqua, tranquilli tra le zampe della mamma.

Amico dell’ambiente

Nonostante l’aspetto imponente l’ippopotamo è molto delicato nel brucare l’erba: la predilige fresca e tenera e la coglie con le labbra rasoterra. In questo modo “taglia il prato” della savana come un tosaerba vivente, prevenendo la formazione di incendi nella savana. Inoltre, con la considerevole quantità di escrementi che contemporaneamente produce, concima il terreno per la prossima ricrescita!

Ippopotami famosi

Gloria, la dolce femmina di ippopotamo di Madagascar che sogna di essere una leggiadra ballerina coglie il carattere determinato della specie. Nella cultura africana arcaica l’ippopotamo era visto come simbolo della fecondità femminile e dell’abbondanza, e alcune icone e statue lo testimoniano.

Dove li posso vedere

Un tempo piuttosto diffuso, ora la sua presenza si è ridotta e vive in Swaziland, nella Repubblica Sudafricana fino alla laguna di Santa Lucia, in particolare in Uganda, Kenya, Tanzania, Mozambico e Zambia. Proprio in Sudafrica si può scegliere uno degli itinerari KiboTours nei parchi, dove poter ammirare gli ippopotami… a debita distanza!

 

Possiamo aiutarti? Invia una richiesta!

*Campi obbligatori
Informativa sulla privacy