Sri Lanka, alla scoperta della lacrima d'india

Articolo del 24-10-2018
Sri Lanka, alla scoperta della lacrima d'india 1

 

L’isola di Sri Lanka si trova in Asia, al largo della costa sud-orientale del subcontinente indiano. Fino al 1972 era nota con il nome di Ceylon (pronuncia “silon”), in seguito diventata Repubblica Democratica Socialista dello Sri Lanka. L’isola inoltre è parte del Commonwealth britannico. Proprio il nome è la prima nota storica importante su cui soffermarsi. Gli antichi geografi greci la chiamarono infatti Taprobana, mentre gli arabi Serendib, da cui deriva il termine Serendipità. Infine arrivarono i portoghesi a chiamarla Ceilão, da cui il nome inglese Ceylon.

Per la sua forma particolare l’isola è stata soprannominata lacrima d’india.

 

Cosa Vedere

 

Quando ci si reca in Sri Lanka imprescindibile è una visita nella capitale Colombo, il centro più grande dell’isola, miscuglio di modernità e tradizione, ma soprattutto di culture differenti. La città fu occupata infatti dagli arabi, dai portoghesi, dagli olandesi e infine dagli inglesi. Da qui la straordinaria ricchezza culturale che è in grado di offrire.

Visitando Colombo non si può non fare una visita al Museo Nazionale, dove è possibile ammirare statue, dipinti, giocattoli, costumi e le tipiche maschere rituali.

 

Per chi ama le civiltà antiche non si può prescindere dal celebre triangolo culturale, rappresentato dalle antiche capitali dell’isola. Dambulla, Sigiriya, Polonnaruwa e Anuradhapura sono solo alcune delle meraviglie presenti in Sri Lanka. Il Tempio dorato di Dambulla, in particolare, risalente al 100 avanti Cristo, offre una delle più grandi collezioni di statue di Buddha al mondo e ospita una serie di dipinti su parete che rappresentano la mitologia buddista. 

 

Cosa portare

 

Per visitare l’isola di Sri Lanka è consigliabile un abbigliamento leggero. Quindi prevalentemente cotone o altri tessuti freschi. Consigliate inoltre calzature comode, adatte alle lunghe camminate e ai gradini. Bisogna inoltre ricordare che per entrare nei templi è necessario togliersi le scarpe e avere spalle e ginocchia coperte.

 

Curiosità

 

Non molti sanno che a largo delle coste dello Sri Lanka si trova il punto con il più basso campo gravitazionale presente sulla terra. Un fatto da tenere presente se, tornando dal viaggio, la bilancia dovesse segnare qualche chilo in più.

 

Photo Credit: Sri Lanka - 052 - Golden Buddha temple, Dambulla by McKay Savage on Flickr

Possiamo aiutarti? Invia una richiesta!

*Campi obbligatori
Informativa sulla privacy