Sri Lanka

 

Documenti: Passaporto: necessario, con una validità` residua di almeno sei mesi. Visto d’ingresso: obbligatorio. E’ stata introdotta una nuova regolamentazione relativa al regime dei visti di ingresso nel Paese. A partire dal 1 gennaio 2012 coloro che intendano visitare lo Sri Lanka (per turismo o affari) devono preventivamente acquisire il visto di ingresso “ETA - Electronic Travel Authorization”, al costo minimo di 30 dollari americani, che dà diritto ad un ingresso nel Paese fino a 30 giorni. L’ETA può essere richiesto online, sul sito www.eta.gov.lk, oppure attraverso le agenzie di viaggio o presso l’Ambasciata dello Sri Lanka a Roma. E’ possibile ottenere l’ETA anche all’arrivo all’aeroporto di Colombo ad un costo maggiorato (35 dollari americani). E' possibile prorogare la durata del visto (dalla data di entrata nel Paese) presentando apposita istanza presso le Rappresentanze dello Sri Lanka presenti all’estero o personalmente presso il Dipartimento dell’Immigrazione e Emigrazione in Colombo. Dal 18 gennaio 2015 i titolari di passaporti stranieri non hanno più bisogno di ottenere un’autorizzazione per poter compiere viaggi nella Provincia Settentrionale. Si raccomanda in ogni caso di attenersi scrupolosamente alle istruzioni delle Forze di sicurezza e di prestare attenzione ai segnali che indicano la presenza di mine.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento:“Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna; obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla per i viaggiatori superiori ad un anno di età, se si proviene da un Paese dove la febbre gialla è a rischio trasmissione.

Formalità valutarie e doganali: le somme superiori ai 10.000 dollari Usa devono essere denunciate alle Autorità di frontiera. Si informa che l'Euro è generalmente accettato e reperibile nelle maggiori banche di Colombo. Sono accettati anche i dollari USA in contanti, Travellers' Cheques o carta di credito. Si consiglia di conservare le ricevute dei cambi, qualora si vogliano ricambiare le rupie in Euro o dollari al momento dell’uscita dal Paese in quanto sono richieste dalle autorità locali.
E’ proibita l’esportazione dal Paese di oggetti di antiquariato vecchi di oltre 50 anni.

Viaggiatori con animali (cani e gatti): È necessario un permesso per poter importare qualsiasi animale. La richiesta deve essere inoltrata al Direttore Generale, "Department of Animal Production and Health". Bisogna riempire un modulo di domanda. Il facsimile può essere prelevato sul sito internet seguente: www.daph.gov.lk/quarantine.htm
Cani e gatti devono essere accompagnati da un certificato sanitario di buona salute (International Veterinary Certificate) redatto dalle autorità veterinarie del paese d'origine dell'animale. Tutti gli animali sono soggetti ad un controllo all'arrivo e vi è la possibilità che vengano sottoposti a un periodo di quarantena. Si deve pagare una tassa per il controllo al porto d'ingresso e per le eventuali spese di quarantena. In tale certificato deve essere specificato che l'animale non è infestato da parassiti.
I cani devono essere vaccinati contro il cimurro, l'epatite, la leptospirosi, la parvovirosi e la tosse canina; i gatti contro malattie feline infettive e respiratorie di natura virale.
Gli animali che risulteranno non avere effettuato tali vaccinazioni saranno vaccinati all'arrivo e dovranno probabilmente essere sottoposti ad un periodo di quarantena.

Situazione Sanitaria: Le strutture sanitarie nel Paese sono di livello accettabile, anche se non sempre raggiungono standard occidentali. In particolare, fuori dalle grandi città potrebbe essere difficile reperire trattamenti medici per emergenze gravi.
Nelle grandi strutture alberghiere vengono adottate in linea di massima le normali misure igieniche.
Per le operazioni chirurgiche più serie è opportuno il trasferimento del malato in Patria o nel Paese più vicino attrezzato per il tipo di intervento. A tale riguardo è opportuno stipulare, prima di intraprendere il viaggio, una polizza assicurativa internazionale che preveda oltre alla copertura delle spese mediche anche l’eventuale rimpatrio aereo d’emergenza o trasferimento del malato in altro Paese.
Si segnala che sono in aumento, rispetto alla media stagionale, i casi di dengue (anche di tipo emorragico), con manifestazioni virulente nel periodo dei monsoni (da maggio a settembre nelle regioni sud-occidentali e da novembre ad aprile in quelle nord-orientali). Presente anche la febbre chikingunya, ma in diminuzione.
Le zone maggiormente colpite risultano le regioni di Gampaha (zona vicino a Colombo), inclusa l’area metropolitana della capitale, Kurunegala, Kandy, Anuradhapura e il triangolo culturale. Le Autorità locali effettuano regolari campagne di bonifica per combattere la pericolosa zanzara, la cui puntura -durante il giorno- è causa delle predette febbri che, nel caso di organismi debilitati, possono avere conseguenze mortali. Si raccomanda comunque di adottare, durante la permanenza nel Paese, le necessarie misure preventive contro le punture di zanzara indicate alla voce "Info Sanitarie – Misure preventive contro malattie trasmesse da punture di zanzara" sulla home page di questo sito.

Avvertenze:
- si suggerisce di evitare viaggi nel Paese a coloro che siano affetti da gravi patologie che necessitino di assistenza ospedaliera;
- si consiglia di adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive contro le punture di zanzara, quali ad esempio: indossare abiti che coprono il più possibile il corpo, in particolare braccia e gambe; usare prodotti repellenti contro le punture di insetti; alloggiare in locali dotati di zanzariere, ecc... La malaria è stata quasi completamente debellata, ma nel 2011 sono stati segnalati sporadici casi in alcune zone del Paese (Anuradhapura, Polonnaruwa);
In caso di stati febbrili, non assumere aspirina o prodotti derivati, senza aver prima consultato un medico, in quanto controindicati in caso di dengue.

Inoltre si consiglia:
• previo parere medico, le vaccinazioni contro l’ epatite (A e B,) il colera ed il tetano;
• di portare con sé una scorta di medicinali contro le patologie più comuni (stato febbrile, mal di testa, problemi intestinali, ecc...);
• di consumare acqua e bevande solo in bottiglia o lattina, senza aggiunta di ghiaccio;
• di usare creme solari protettive.

Possiamo aiutarti? Invia una richiesta!

*Campi obbligatori
Informativa sulla privacy